Riattivazione a seguito modifica impianto

Se il tuo impianto è stato modificato, per poter procedere alla riattivazione, è necessario che venga controllato per motivi di sicurezza.Dopo i lavori di modifica , dovrai richiedere la riattivazione della fornitura a Metanosud Servizi che provvederà ad inoltrare la richiesta al distributore localmente competente.

Sarà necessario compilare e firmare i seguenti moduli che trovi qui di seguito:

Allegato H/40 (Conferma della richiesta di attivazione della fornitura di gas)

Il modulo fornisce i dati necessari a individuare l’impianto che dovrà essere attivato. Va compilato nella parte riservata al cliente e firmato. È necessario non utilizzare l’impianto fino a che l’installatore non abbia rilasciato la “dichiarazione di conformità”, prevista dallo stesso decreto 22 gennaio 2008, n. 37

Allegato I/40 (Attestazione di corretta esecuzione dell’impianto).

Dovrà essere consegnato all’installatore che è tenuto a restituirlo compilato, con apposti timbro e firma. Al termine dei lavori l’installatore deve consegnare anche la documentazione richiesta dallo stesso Modulo I/40, riguardante gli “allegati obbligatori alla dichiarazione di conformità”.

Tale documentazione dovrà essere consegnata al distributore competente che dovrà avviare la pratica per la riattivazione dell’utenza, previa verifica della stessa. L’impresa distributrice dovrà infatti verificare se l’impianto a cui riattivare la fornitura di gas è stato modificato nel rispetto delle norme di sicurezza. In caso di esito positivo la tua fornitura potrà essere riattivata. Al contrario, il distributore ti indicherà, con apposita comunicazione le non conformità riscontrate e sarà necessario presentare una nuova richiesta di riattivazione della fornitura.

  • PDR o matricola del contatore
  • Dati intestatario
  • Indirizzo di fornitura
  • Potenza in Kw
  • Recapiti (telefono,fax, mail)
  • Documento di identità dell’intestatario o legale rappresentante (in caso di società)
  • Documentazione tecnica (moduli H/40 e I/40)

Sportello

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha definito gli standard di qualità relativi ai servizi di distribuzione e misura dei servizi del gas con la delibera ARG/gas 120/08. Se la documentazione risulta completa e corretta il distributore è tenuto ad attivare la fornitura entro un limite massimo di 5 giorni lavorativi.